Fate attenzione! Abbiamo parlato dei virus che criptano i dati del pc irrimediabilmente e proprio in queste settimane una nuova variante del virus è stata lanciata e sta infettando centinaia di utenti. Questa volta il virus viaggia in una finta bolletta Telecom Italia (ma dalle ultime segnalazioni anche Enel, occhio).

La finta email Telecom
La finta email Telecom

Nella foto qui accanto ci sono tutti gli elementi per capire che si tratta di una bufala e che assolutamente dobbiamo cestinarla senza aprirne l’allegato.

Prima cosa: la scadenza della bolletta. Riporta il 18 gennaio data in cui l’email è stata ricevuta. Di solito le bollette scadono bimestralmente e sempre a fine mese, mai in un giorno diverso. Possono essere recapitate magari il 12 o il 15 ma la “scadenza” del pagamento è sempre fine mese.

Altra anomalia è data dal fatto che la bolletta di gennaio, che scade a gennaio, ci viene recapitata a gennaio. Mai. La bolletta che riceviamo a gennaio, è magari relativa a novembre e dicembre scorsi, mai al mese attualmente in corso.

Seconda cosa: il numero di telefono indicato. Non è il vostro, è un numero a caso. Anche se pensate ad un possibile errore, è la dimostrazione che la mail è un falso. Telecom ha un sistema automatizzato che associa l’indirizzo email al numero telefonico e fidatevi, non si sbaglia mai.

Cosa fare quindi? Niente, cancellate direttamente la mail senza aprirne l’allegato, neanche se siete incuriositi o pensate che possano essersi sbagliati. E se a casa non ho Telecom ma un altro operatore? Meglio, avrete un motivo in più per cancellarla al volo.